Booking.com

Non c’è in nessun posto in Marocco come il luogo Jemaa el Fna – nessun posto che ti coinvolge così facilmente e ti permette di restare a tornare per più. Di gran lunga, la maggior parte del posto è solo un grande spazio aperto in cui una manciata di serpenti incantatori di stregare loro cobra con flauti, uomini di medicina (in particolare nel nord-è il luogo) display e cure Panecei e tiratori di denti, muniti di artigli temibili, offrono di strappare il dolore dai capi di persone che soffrono di mal di denti, vassoi di estratti che testimoniano le loro capacità.

 È solo nel pomeriggio che la piazza accade veramente. Al crepuscolo, come in Francia e in Spagna, la gente va fuori per una passeggiata la sera prima (soprattutto nella via Bab Agnaou), e il posto si riempie poco a poco fino a diventare un carnevale di tutti i narratori, Acrobati, musicisti e artisti. Scendi e presto sarai immerso nel rituale: vagando in giro, accovacciandosi in mezzo agli spettatori, dando un dirham o due come il tuo contributo. Se volete una pausa, potete raggiungere le terrazze sul tetto, come il Grand Balcon Café, per una vista della piazza, i suoi narratori e musicisti e le folle che vengono a vederle.

Come uno sconosciuto a Jemâa, puoi sentire qualcosa di un intruso. La maggior parte della folla erano marocchini corso (alcuni stranieri, per esempio, sono i racconti di narratori), ma i turisti anche dare un contributo significativo sia per l’atmosfera e il flusso di cassa. A volte un narratore o un musicista può prendere per partecipare o contribuire generosamente alla fine raccolta dello spettacolo e inserendo lo spettacolo, è meglio andare a nudo le solite trappole turistiche come orologi, Cinghie di denaro o troppi soldi; borseggiatori e truffatori operano (dando un pagamento “presente” e impegnativo perché è una vecchia truffa di stare attenti, chiedere ai turisti di cambiare monete in euro contraffatte è una versione più recente) .La folla intorno artisti A volte è stata utilizzata come occasione per fomentare le donne straniere, dagli uomini marocchini e dai turisti omosessuali maschili per la crociera.

Le attrazioni turistiche includono giochi di bottiglia cerchio, narratori di buona avventura seduta sotto gli ombrelloni con mazzi di carte divinatorie pronto e le donne con le borse di tubazioni piene di pasta di hennè, pronti a dipingere le mani, piedi o braccia Con “tatuaggi” che durano fino a tre mesi, attenti alla “henna nera sintetica”, contenente una sostanza chimica tossica; Che l’henna rossa sia naturale (il Henné Café garantisce l’uso solo dell’hennese naturale).

Per rinfrescarti, le bancarelle offrono succo d’arancia e pompelmo (ma sono stati premuti davanti a voi se non si vuole falsificare con acqua e zucchero o addirittura squash), mentre i carrelli vicini crollano Sotto le date, i fichi secchi, le mandorle e le noci, particolarmente deliziose in inverno quando appena raccolte dalla campagna circostante. Quando il crepuscolo cade, la piazza diventa un’enorme sala da pranzo all’aperto, piena di bancarelle illuminate da lanterne a gas, e l’aria è piena di odori meravigliosi e pennacchi di fumo a spirale verso l’alto Nella notte (vedi stand di Jemaa el-Fna).